Cultura&Storia madonnnadelfuoco-forli

Pubblicato in gennaio 28th, 2014 | da Daniele

MADONNA DEL FUOCO A FORLÌ



Nella notte tra il 3 e il 4 febbraio è tradizione accendere, nei balconi e nelle finestre di Forlì,  tante piccole luci (candele, ceri, lampadine) in segno di devozione alla Madonna, ricordando così il miracolo avvenuto nel 1428.

Nella notte tra il 4 e 5 febbraio 1428 si sviluppò un incendio nella casa del maestro di scuola forlivese Lombardino da Ripapetrosa distruggendo tutto tranne la xilografia della Vergine che rimase intatta.

La Madonna del Fuoco è patrona di Forlì e viene celebrata ogni anno perpetrando questa tradizione. La festa diventa occasione per passeggiare lungo le vie del centro di Forlì dove, da piazza Duomo a piazza Saffi, vengono allestite bancarelle con dolciumi, oggettistica, giochi, abbigliamento e si festeggia anche  con la tradizionale Piadina della Madonna, un dolce povero, dalla forma ovale, farcito con uvetta e semi di anice, immancabile nelle tavole dei forlivesi.

Quindi, ricapitolando, la notte del 3 lo spettacolo delle luci e, anche per tutto il giorno dopo,  la festa nella zone del centro di Forlì: Piazza Saffi, Piazza del Duomo, Piazza Cavour, Via delle Torri, Corso Garibaldi.




Tags: , , , ,




Comments are closed.

Back to Top ↑

  • Monumenti storici, architettura, arte e folklore che rappresentano il patrimonio culturale di una terra così ricca. Crocevia di popoli e sovrani, personaggi storici e artisti, signorie e nobili famiglie. Meraviglioso paesaggio che raccoglie e custodisce grandi testimonianze. I luoghi raccontano la storia delle persone che qui hanno visto incrociare i propri cammini. I paesaggi custodiscono storie, segreti, leggende da ascoltare per rimanerne incantati.


  • DILLO CHE AMI CULTURA E STORIA

  • ROMAGNA.COM HOTEL COLLECTION

  • ROMAGNA.COM su FACEBOOK

  • ROMAGNA.COM NEWS